Y di Yerevan



Il termine Armenia fu coniato dai popoli confinanti a partire dal nome della più potente tribù presente nel territorio (gli armeni, appunto) e deriva da Armenak (o Aram), un discendente di Haik e un grande condottiero del popolo armeno. Fonti precristiane riportano invece la derivazione dal termine Nairi (cioè "terra dei fiumi") che è l'antico nome della regione montuosa del paese e che è usato sia da alcuni storici greci sia dall'iscrizione di Behistun, ritrovata in Iran e risalente al 521 a.C.
Il nome ufficiale dello stato è Repubblica di Armenia.


La nostra ambasciatrice Cristina ci porta in Armenia con i nazook.

Ingredienti:
  • 1/2 tazza di latte intero
  • 1/4 tazza di panna
  • 1 uovo 
  • 2 cucchiai zucchero
  • 2 cucchiai burro sciolto
  • sale
  • 1/2 cubetto di lievito di birra fresco
  • 2 tazze farina 00 ma se c'è bisogno dovete aggiungere di più
  • ripieno
    • 3/4 di tazza di farina
    • 3/4 di tazza di zucchero
    • 2-3 cucchiai di burro fuso
    • vaniglia 
  • 1 tuorlo per spennellare prima di infornare
Preparazione:
Stendere l'impasto non troppo sottile in un rettangolo, mettere sopra il ripieno avanzato, arrotolare stretto dal lato lungo, tagliate in 20 pezzi e spennellate con il tuorlo. Infornate per 25-30 minuto o quanto basta per diventare dorati.


In Armenia abbiamo cucinato per voi e mangiato per noi le seguenti ricette:
video
հրաժեշտ

Nessun commento:

Posta un commento