I come Il Cairo

L'Egitto ha una delle più lunghe storie di ogni Stato moderno, essendo stata continuamente abitata dal 10° millennio a.C. I suoi monumenti, come la piramide di Giza e la Grande Sfinge, sono stati costruiti per la sua antica civiltà, che è stata una delle più avanzate del suo tempo. Le sue antiche rovine, come quelle di Menfi, Tebe, Karnak e la Valle dei Re, al di fuori di Luxor, sono un focus significativo di studi archeologici e di interesse popolare. La ricca eredità culturale dell'Egitto, così come l'attrazione della sua riviera del mar Rosso, hanno fatto del turismo una parte vitale dell'economia, che impiegano circa il 12% della forza lavoro del paese.


La nostra ambasciatrice Terry ci porta in Egitto con questi mezze (Fava beans Falafel and Baba Ghanoush with Aish Baladi)

Fava beans Falafel
Ingredienti:
  • 250 gr. di fave
  • 30 gr. di erba cipollina 
  • sale
  • pepe nero
  • 2 cucchiaini di coriandolo in polvere
  • semi di sesamo
Preparazione:
Mettete in ammollo le fave secche per almeno una notte o anche più. Cambiate l’acqua più volte. Scolatele bene e frullatele fino ad ottenere un composto ben tritato. Unite l’erba cipollina e tritate assieme anche questa. Unite infine sale, pepe e coriandolo. Formate delle polpettine schiacciate, posizionatele su un piatto e lasciatelo in frigo per una mezz’oretta. Prima di friggerle cospargetele con dei semi di sesamo, schiacciandoli un po’ per farli aderire. Friggetele in abbondante olio di semi finchè diventano marroncine. Fatele asciugare su carta assorbente e servitele.

Baba Ghanoush
Ingredienti:
  • 2 melanzane grandi
  • 5/ 6 cucchiai di tahina
  • prezzemolo
  • sale
  • succo di limone
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaino di coriandolo in polvere
Preparazione:
Bucherellate le melanzane con una forchetta, mettetele su una teglia da forno ed infornatele a 200° per almeno un’oretta o finché tenere e con la pelle tutte raggrinzita. Lasciatele intiepidire e spellatele. Raccogliete la polpa in un colino e schiacciatela per far fuoriuscire l’acqua. Frullate la polpa con la tahina, succo di limone, aglio, coriandolo e sale. Assaggiate e aggiustatela a vostro gusto unendo altra, tahina, sale o limone. Sevitela con del prezzemolo tritato sopra.

Aish Baladi
Ingredienti (per 4 pani):
  • 100 gr. di farina 00
  • 50 gr. di farina integrale
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaio d’olio evo
  • 70 ml. circa di acqua
Preparazione:
Impastate gli ingredienti fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico. Lasciate lievitare fino al raddoppio, in una ciotola, coperto con pellicola. Riprendete l’impasto e formate delle palline. Lasciate raddoppiare, sempre coperte fino al raddoppio. Preriscaldate il forno alla massima temperatura (il mio arriva a circa 250°) ed impostatelo sul ventilato. Stendete ogni pallina in cerchi molto sottili, metteteli su una teglia da forno, senza carta o altro ed infornate nel ripiano più basso. I pani devano gonfiarsi poco dopo e vanno tolti prima che prendano colore. Toglierli dal forno e farli raffreddare su gratella.



In Egitto abbiamo cucinato per voi e mangiato per noi le seguenti ricette:
video
وداعا

1 commento:

  1. Ciao .... anch'io ho viaggiato per le cucine dell'Egitto ma non mi ritrovo nell' elenco 😟

    RispondiElimina