F come Fortaleza


Anche se i suoi oltre 200 milioni di abitanti rendono il Brasile il quinto paese più popoloso del mondo, complessivamente il Brasile ha una bassa densità di popolazione. Questo perché la maggior parte della popolazione è concentrata lungo la costa, mentre nell'entroterra il paese è relativamente poco abitato, soprattutto in virtù della presenza della foresta amazzonica. La lingua ufficiale è il portoghese. La religione più seguita è il cattolicesimo, il che fa sì che il Brasile sia lo stato con il maggior numero di cattolici al mondo[7], seguita da una crescita notevole del pentecostalismo. La società brasiliana è considerata una società multietnica, essendo formata dai discendenti di europei, indigeni, africani e asiatici.


La nostra ambasciatrice Rosa Maria ci porta in Brasile con il quindim.

Ingredienti (per 6 quindim):

  • 6 tuorli d'uovo 
  • 2 uova intere 
  • 40 gr. di burro fuso 
  • 150 gr. di cocco grattugiato 
  • 120 gr. di zucchero
  • la scorza grattugiata di un limone verde 
  • 1 cucchiaio di succo di limone verde

Preparazione:
Montate i tuorli d'uovo e le due uova intere con lo zucchero finché non saranno gonfie e ben chiare. Aggiungete il cocco grattugiato, che avrete precedentemente bagnato per idratarlo, il burro fuso e la scorza e il succo di limone. Sbattete ancora per un paio di minuti e lasciare il composto riposare, coperto da un canovaccio, per un quarto d'ora. Preparate gli stampini monoporzione, o un piccolo stampo da ciambella che viene chiamato "quindão", ungendoli con burro fuso e cospargendoli di zucchero, in modo tale che quando sformerete i quindins scivoleranno facilmente senza rompersi. Sistemate gli stampini in una pentola capiente, versate acqua bollente immergendoli per 2/3 e cuocerli in forno caldo a 180° per circa 50 minuti o finché uno stecchino infilato nel centro non uscirà completamente pulito. Prelevate gli stampini dall'acqua, fateli raffreddare per una mezz'ora, poi delicatamente sformare i quindins e decorare con scorzette di limone.

---- ORA  TOCCA A VOI! ---

E come Edmonton

Abitato per millenni da popolazioni aborigene, il Canada fu colonizzato da francesi e inglesi negli ultimi anni del XV secolo, in prossimità della costa atlantica. La Francia cedette gran parte dei suoi territori al Regno Unito nel 1763 a seguito della sconfitta subita durante la guerra franco-indiana, teatro nordamericano della guerra dei sette anni. Nel 1867 nacque la federazione canadese, con l'unione di tre colonie del Nord America Britannico, che in seguito divennero quattro per la scissione di una di queste in due nuove province. Nel corso del tempo, si aggiunsero sempre più province.


La nostra ambasciatrice Elena ci porta in Canada con la ricetta dei pancake.

Ingredienti (per 12 pancake):
  • 120 gr. di farina bianca 
  • 50 gr. di zucchero di canna 
  • 20 gr. di burro fuso 
  • 2 uova 
  • 200 ml di latte 
  • 6 gr. di lievito chimico 
  • 1 pizzico di sale
  • sciroppo d'acero
Preparazione:
In una terrina setacciare la farina con lievito, sale e zucchero. Sgusciare le uova dividendo i tuorli dagli albumi. I tuorli verranno sbattuti e addizionati al latte e al burro, sbattere bene con una frusta e poi inserire nella terrina con la farina. Mescolare accuratamente. Montare a neve gli albumi e incorporarli all'impasto muovendo con un leccapentola dal basso verso l'alto per non smontare. Con una piccola noce di burro ungere una padella antiaderente, scaldarla su fuoco medio, posizionare al centro una coppapasta di diam 12cm, versare a cucchiaiate l'impasto (ne bastano 2 a pancake). Far cuocere per 1-2 minuti per lato (valutare bene l'altezza della fiamma, non deve essere troppo alta altrimenti tendono a bruciare esternamente senza cuocere all'interno). 
Servire tiepidi con abbondante sciroppo d'acero.


In Canada abbiamo cucinato per voi e mangiato per noi, i seguenti piatti:
video
Goodbye & Au Revoir!